Università Forex Trading
Archive for Novembre, 2011

LA FIGURA DI TESTA E SPALLA (PARTE III)

L’importanza dei volumi scambiati L’andamento dei volumi scambiati gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo di questa come di tutte le formazioni grafiche. Come abbiamo visto, il massimo che individua la testa deve essere caratterizzato da volumi inferiori a quelli corrispondenti alla spalla sinistra, mentre i quantitativi della spalla destra devono, a loro volta, essere inferiori […]

LA FIGURA DI TESTA E SPALLA (PARTE II)

Riprendendo l’analisi della figura di testa e spalla possiamo dire che l’importante è cheil valore di minimo – bottom – non sia superiore al precedente massimo. Se l’andamento dei quantitativi segue il movimento dei prezzi mantenendosi tuttavia a livelli inferiori a quelli fatti registrare nella formazione della spalla sinistra, si ha la testa. La spalla […]

CFD Tour novembre 2011 – prima tappa Verona

Pochi giorni ormai ci separano dall’inizio del CFD Tour, il road show organizzato ogni anno da IG Markets che promuove il trading online e i suoi mercati (azioni, forex, indici, etc.) con i CFD attraverso seminari gratuiti in tutte le principali città d’Italia. Lunedì 28 novembre si apre ufficialmente il tour che avrà inizio da […]

Glossario Opzioni Binarie di Forex: At the money

Glossario Opzioni Binarie di Forex: At the money Un termine finanziario che indica che il prezzo di mercato del bene si trova esattamente allineato con il prezzo obiettivo.

LA FIGURA DI TESTA E SPALLA (PARTE I)

Vi sono due ulteriori aspetti da considerare: l’andamento dei volumi e la determinazione degli obiettivi di prezzo. In considerazione della loro importanza verranno trattati singolarmente. Le figure di inversione più comuni possono essere sintetizzate nelle seguenti: Testa e Spalle, Triplo Top e Bottom, Doppio Top e Bottom, V Top e Bottom e, infine, Top e […]

LE FIGURE DI INVERSIONE (PARTE II)

Come anticipato, tali figure sono seguite da un’importante inversione del trend. Quando esse si formano in prossimità di livelli massimi di un movimento al rialzo vengono chiamate zone di distribuzione, mentre in corrispondenza di valori di minimo determinano delle zone di accumulo.   La cosa difficile è riuscire a distinguere il tipo di figura che si […]

Le figura di inversione (introduzione)

La sistematica osservazione grafica del comportamento nel tempo di differenti mercati, ha reso evidente come al verificarsi di circostanze simili si creino le medesime figure sul grafico.  La loro interpretazione è un mezzo per prevedere, con buona approssimazione, la direzione che potrebbero prendere nel futuro le oscillazioni delle quotazioni. I prezzi di un mercato, generalmente, […]

LA BANCHE CENTRALI (PARTE II)

Nella prima parte dedicata alla banche centrali abbiamo illustrato come le indicazioni fornite dalle autorità monetarie (e le aspettative sulle indicazioni), muovono in maniera consistente il mercato del forex. Proseguiamo adesso nell’analisi degli organismi monetari dopo aver già analizzato Fed e Bce nella precedente puntata. In Gran Bretagna l’organismo dedicato alla gestione della politica monetaria […]

LA BANCHE CENTRALI (PARTE I)

Le Banche Centrali di ciascun paese o area economica rappresentano gli organismi che definiscono quelle politiche monetarie in grado di influenzare i rapporti di cambio tra le valute. Conoscere la composizione e la frequenza delle riunioni delle singole Banche Centrali assume una certa rilevanza in quanto proprio le speculazioni sulle scelte dei Governatori spostano gli […]

Come interpretare il Cot Report (parte II)

Sul mercato forex la lettura delle posizioni dei “commercial” assume una rilevanza minore in quanto molto spesso questi sono operatori professionali che operano sul mercato a pronti (spot) e quindi il dato che esce dal COT non può essere rappresentativo dell’intera operatività dei commercial sul mondo Forex. Ma come possiamo interpretare operativamente il Cot Report […]