Università Forex Trading

Commento ai mercati 20.12.2011

L’esito del meeting Eurogruppo porta le borse europee in positivo

Le principali Borse europee proseguono la giornata di contrattazioni all’insegna del rialzo nonostante un avvio piuttosto incerto. Ci sono chiari segnali di un allentamento delle tensioni sui debiti sovrani sia a Piazza Affari, dove lo spread Btp decennale/ Bund tedesco scende fino a 476 punti, sia a Madrid dove l’asta dei titoli spagnoli ha registrato un ottimo risultato pari a ben 5,64 miliardi di bonos.

Tra le notizie che hanno avuto maggior impatto sulla direzione dei listini troviamo l’esito del meeting dell’Eurogruppo che ha avuto luogo ieri in cui i ministri finanziari dei diversi paesi partecipanti hanno discusso le misure di politica monetaria necessarie a supportare i paesi membri in crisi e promuovere la crescita economica del Vecchio Continente.

Confermando gli accordi presi in occasione del precedente summit  dell’8/9 dicembre è stata messa in pratica l’intenzione di un rafforzamento del Fondo Monetario Europeo, organismo di aiuto per la zona euro, nella presente situazione di crisi; verranno versati 150 miliardi di euro nelle casse del FMI provenienti sia dai paesi UE che da paesi non UE.

Le quote saranno così divise: la Germania contribuirà con 41,5 miliardi, la Francia con 31,4, l’Italia con 23,5 e la Spagna con 14,9. Non si sono ancora raffreddate le tensioni con la Gran Bretagna dall’ultimo vertice europeo e per quanto riguarda la richiesta di 30 miliardi di contributo al Fondo non ci sarà una conferma ufficiale da parte di Cameron fino all’inizio del nuovo anno e alla definizione dei piani del G-20.

Il Regno Unito ha spiegato come la propria disponibilità a supportare finanziariamente l’FMI trova giustificazione solo in prospettiva di una missione mondiale piuttosto che come fondo salva-stati destinato al supporto della crisi di debito sovrano europea.

Post correlati:  Il forex trading automatico (parte I)

Anche l’Ecofin è intervenuto sottolineando come una partecipazione a questa iniziativa di tutti i paesi membri del G-20 rappresenterebbe un supporto concreto alla stabilità economica mondiale in quanto una zona euro finanziariamente in attivo gioverebbe agli equilibri globali. A tale proposito Repubblica Ceca, Danimarca, Polonia e Svezia hanno indicato la propria disponibilità a partecipare al rafforzamento delle risorse del Fondo.

Nel mercato forex troviamo l’euro che, forte dell’esito positivo dell’incontro dell’Eurogruppo, guadagna terreno nei confronti del dollaro salendo a quota 1,3042$; rimane invece stabile rispetto al franco svizzero.

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)