Università Forex Trading

Conosci il Forex?

Il Forex Exchange Market (abbreviato in FOREX) , è di gran lunga il più grande mercato nel mondo, in termini di valore delle transazioni ed include gli scambi che vengono realizzate dalle più grandi entità finanziarie, come Banche Centrali delle varie nazioni del mondo, grandi investitori e speculatori privati, aziende multinazionali, mercati finanziari e istituzioni. Generalmente il cambio di una valuta nei confronti di un’altra è il riflesso delle condizioni dell’economia di un paese confrontata con l’economia dell’altro paese.

Per una corretta definizione di questa parola, invitiamo a visionare http://it.wikipedia.org/wiki/Forex

Fino alla fine degli anni novanta il forex era una cosa esclusivamente per ricchi dato che erano richiesti grossi capitali per entrare in questo mercato; adesso invece chiunque può iniziare a commerciare (fare trading) dato che si può entrare in questo mercato grazie a dei “miniconti” o addirittura investendo capitali irrisori.

Fino a pochi anni fa in effetti, il Mercato Forex era riservato alle grandi entità finanziarie (Banche Centrali). Poi le banche e i grandi investitori/speculatori si sono aggiunti ed hanno iniziato a conseguire guadagni giornalieri e mensili altissimi.

L’attività di scambio che ha luogo nei mercati forex globali assomma oggi a circa 3000-4000 miliardi di dollari al giorno (in media), ma è in continua crescita.

Il Financial Times del 9 ottobre 2006 riportava:

“Il forex avrà duplicato la sua dimensione l’anno prossimo grazie ad un incremento della partecipazione da parte dei gestori di fondi e dei fondi pensione.

Questo è quanto sostenuto da una ricerca effettuata dalla TowerGroup, una società di consulenza e ricerca finanziaria, che dichiara di attendersi che i volumi totali giornalieri sul forex eccederanno i 3.000 miliardi di dollari nel 2007.

Così infatti è accaduto.
I volumi del forex, cresciuti dai 1.770 miliardi di dollari del 2004 ai 2.000 miliardi nel 2005, erano destinati a crescere fino a 2.600 miliardi di dollari nel 2006 e fino a 3.600 miliardi di dollari nel 2007, per via dell’accettazione del mercato valutario come un asset class a tutti gli effetti.

I piccoli investitori sono stati, fino ad oggi, solo una PARTE IRRILEVANTE di questo mercato.

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)