Università Forex Trading

LA FIGURA DI TESTA E SPALLA (PARTE II)

Riprendendo l’analisi della figura di testa e spalla possiamo dire che l’importante è cheil valore di minimo – bottom – non sia superiore al precedente massimo. Se l’andamento dei quantitativi segue il movimento dei prezzi mantenendosi tuttavia a livelli inferiori a quelli fatti registrare nella formazione della spalla sinistra, si ha la testa. La spalla destra, infine, si caratterizza per un rialzo dei corsi che raggiungono un massimo inferiore a quello della testa e da un declino delle quotazioni fino ad incontrare la linea congiungente i due punti di minimo precedenti – neckline -, mentre i volumi restano piuttosto limitati (punti E ed F). A questo punto, possono essere individuati almeno due importanti segnali: in primo luogo,  la perforazione, avvenuta durante il ribasso che ha formato la testa, della linea di tendenza al rialzo (punto I) e, in seconda istanza, la conferma che con la seconda spalla dell’incapacità del trend di raggiungere nuovi massimi. Il movimento al rialzo può essere considerato virtualmente esaurito e le posizioni long dovrebbero essere chiuse.

 Il definito completamento della figura lo si ha solo con la netta perforazione della neckline (punto G). Tale rottura deve avvenire con un sostanzioso incremento dei quantitativi scambiati e una percentuale di prezzo di almeno il 2 o 3%. Generalmente, in seguito alla perforazione della neckline si sviluppa un ritorno – return move – delle quotazioni verso la stessa, anche se tale movimento non è indispensabile ai fini della affidabilità della figura (punto H). L’analisi dell’andamento dei volumi può essere d’aiuto nel prevedere se ci sarà o meno il return move. Un notevole loro aumento in corrispondenza della rottura della neckline, infatti, rende meno probabile un ritorno della domanda tale da far risalire la linea dei prezzi. Viceversa, una perforazione della linea del collo accompagnata da modesti quantitativi potrebbe essere seguita da un return move verso la stessa e da una ripresa, questa volta con elevati volumi, della discesa dei corsi.

Post correlati:  Inversione di trend nel momentum

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)