Università Forex Trading

LO STOCASTICO

Questo indicatore, che oscilla fra 0 e +100, misura in pratica la posizione relativa del valore di chiusura nell’ambito della sua escursione periodica o giornaliera ed è costruito da due curve così calcolate:

Oscillatore K = (C – L) / ( H – L)

dove

H = valore più alto degli ultimi k giorni

L = valore più basso degli ultimi k giorni

Oscillatore D = (k t i = t – n+1)/ n che in pratica rappresenta una media mobile di n termini dell’oscillatore k. L’interpretazione risulta duplice: si può individuare una zona di ipercomprato al di sopra della linea passante per quota 80 ed una di ipervenduto al di sotto della linea del 20. Quando l’oscillatore K perfora dall’’alto verso il basso la prima linea (80) si manifesta un segnale di vendita; viceversa si completa un segnale di acquisto se l’indicatore supera la linea di demarcazione inferiore (20) dal basso verso l’alto. E’ possibile anche ottenere dei segnali operativi utilizzando le intersezioni tra le due curve secondo le regole viste nel capitolo riguardante le medie mobili.

Post correlati:  LA FIGURA DI TESTA E SPALLA (PARTE I)

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)