Università Forex Trading

Regole generali di interpretazione degli oscillatori (PARTE II)

Riprendendo l’articolo della settimana passata

http://www.soldiwebonline.com/wp-admin/post.php?post=2718&action=edit

riguardo i primi due punti, risulta in prima istanza intuitivo interpretare gli oscillatori mediante l’analisi degli estremi della banda di oscillazione.

In tal senso, le zone estreme alla normale banda di oscillazione, vengono utilizzate per segnalare situazioni di mercato anormale. L’indicatore RSI – Relative Strenght Index – ha un range massimo limitato da 0 a 100 e i movimenti al di sopra di 70 e al di sotto di 30 segnalano rispettivamente una situazione di ipercomprato e di ipervenduto e perciò una situazione di mercato vulnerabile: un operatore potrebbe, in teoria, vendere al di sopra di 70 e comprare sotto al livello di 30. In pratica, altre importanti considerazioni dovranno essere fatte prima di arrivare a tali conclusioni.

Post correlati:  Crolla l'oro nel mercato commodities

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)