Università Forex Trading

RSI (RELATTVE STRENGHT INDEX)

Tale indicatore è uno dei più importanti oscillatori utilizzati per individuare le fasi di ipercomprato e di ipervenduto di un mercato. La formula generale è costruita nel modo seguente:

100

RSI    =         100  –  ———-

1+RS

dove

media delle n chiusure al rialzo

RS     =  ————————————————

media delle n chiusure al ribasso

n        = ampiezza dell’intervallo di osservazione

Si supponga la costruzione dell’RSI con un intervallo di 10 osservazioni.

Per calcolare la media delle chiusure con segno maggiore di zero occorre sommare il totale delle variazioni positive durante i 10 giorni di osservazione e dividerle per 10. Si dovrà poi procedere analogamente per le chiusure con segno negativo. Più corto è l’intervallo di osservazione e più sensibile diventa l’oscillatore. In questi casi può essere opportuno spostare il limite di ipercomprato e di ipervenduto a 80 ed a 20.

L’RSI funziona al meglio quando raggiunge i valori estremi della banda di oscillazione. Perciò la sua utilizzazione è particolarmente efficace nel di breve termine. Comunque, qualsiasi trend particolarmente forte (sia al rialzo che al ribasso) può creare una prolungata situazione di ipercomprato o di ipervenduto. Questa, però, non è una ragione sufficiente per liquidare le posizioni precedentemente assunte. Infatti, il primo movimento all’interno della zona di ipercomprato (o ipervenduto) è da considerarsi solo come un avvertimento. Il fatto a cui si deve prestare maggior attenzione è invece la formazione di un doppio topo o di un doppio bottom il quale costituisce la premessa per la divergenza. La conferma definitiva di essa si avrà quando la linea dell’RSI perfora un minimo significativo precedentemente toccato (se si trova in ipercomprato) oppure super un massimo significativo se si trova in ipervenduto.

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)