Università Forex Trading

Trading Forex – Alcune dinamiche

I mercati finanziari sono regolati da svariati fattori e il trading forex in particolare presenta spesso dinamiche non facilmente intuibili ad una prima occhiata.

Negli ultimi mesi la moneta unica è stata fortemente influenzata dalle vicende che coinvolgono alcuni paesi dell’Unione Europea in drammatiche crisi di debito sovrano. La Grecia ha minacciato la stabilità economico-finanziaria dell’intera Europa durante il dibattito politico che ha preceduto il via libera alla seconda tranche di aiuti previsti per il salvataggio da UE e Fondo Monetario Internazionale. Il paese ellenico si trova infatti ad affrontare una profonda recessione economica dovuta ad un eccessivo debito pubblico e l’intera nazione deve ora fare i conti con le dure misure di austerity approvate dal Governo Papandreou; per giorni i cittadini hanno manifestato di fronte al Parlamento contro una classe dirigente che ha portato il paese sull’orlo della bancarotta. È adesso la volta del Portogallo il cui rating è stato declassato a livello “junk” dall’agenzia Moody’s; la notizia suona come campanello d’allarme sul rischio di contagio della crisi di debito che potrebbe espandersi anche in altri paesi europei.

Come si comportano le valute del mercato forex in questo contesto? E quali sono gli altri fattori che ne alterano il valore?

È facile immaginare come la crisi di debito sovrano abbia l’effetto più immediato sull’euro, moneta unica dell’UE scambiata soprattutto in quanto parte della coppia valutaria forex euro dollaro (EUR/USD). I vari downgrade subiti dai cosidetti Piigs ovviamente non aiutano la divisa europea che ha visto un indebolimento costante fino a toccare il minimo degli ultimi sei mesi, soprattutto nel momento in cui la Grecia ha paventato l’opzione di un ritorno alla dracma. In tale contesto assume una certa importanza il franco svizzero che rappresenta per molti il benchmark di valutazione del sentiment di mercato sull’euro; gli investitori di forex infatti tendono nelle fasi di avversione al rischio a chiudere le posizioni long sulla moneta unica per rifugiarsi nella divisa elvetica.

Post correlati:  La teoria di Dow (parte II)

Il dollaro americano è l’altro co-protagonista nel mercato FX e ogni notizia che va ad influenzarne l’andamento ha un effetto immediato anche sull’euro. Un esempio può essere l’improvviso indebolimento del dollaro a seguito di indicatori economici, quali Non Farm Payrolls, negativi: anche se al momento della pubblicazione la divisa americana si trova in una posizione di supremazia nei confronti dell’euro la situazione può ribaltarsi in un batter d’occhio. Anche gli interventi di personalità influenti come Bernanke, presidente della Fed, o decisioni di politica monetaria contrarie alle aspettative degli analisti possono velocemente cambiare il trend nel mercato valutario forex.

L’attenzione nel trading forex è quindi puntata sui dati macroeconomici americani in uscita, su possibili ulteriori downgrade delle società di rating e sulle politiche monetarie di BoE e Fed.

Did you enjoy this post? Why not leave a comment below and continue the conversation, or subscribe to my feed and get articles like this delivered automatically to your feed reader.

Comments

No comments yet.

Leave a comment

(required)

(required)